UDIN&JAZZ WINTER #3 IL JAZZ INCONTRA PASOLINI

0

10 novembre, 7 e 8 dicembre 2022

Udine, Teatro San Giorgio

Musica, parole e passioni nella ricorrenza del

centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini

10 novembre 2022 ore 20

JAKOB BRO TRIO feat. LARRY GRENADIER e JORGE ROSSY

7 dicembre 2022 ore 20

PROFEZIE – Una produzione Euritmica

Adattamento teatrale da un testo di Fabio Turchini / musiche a cura di Claudio Cojaniz, regia di Carlo Zoratti

8 dicembre 2022

ore 18 NUBI

Spettacolo musicale di e con Marco Brosolo

ore 20 CANTATA IN MEMORIA DI PIER PAOLO PASOLINI

Testo e musiche per quattro voci femminili, di Giovanna Marini

Al via al pubblico degli appassionati di jazz e della musica di qualità dei nostri giorni la terza edizione di UDIN&JAZZ WINTER, rassegna satellite, in fascia invernale, dello storico Festival Internazionale Udin&Jazz, che vede la partecipazione di artisti e progetti innovativi che completano l’ampio calendario di proposte di Euritmica nel 2022.

Nella prima delle tre serate in calendario (tutte presso il Teatro San Giorgio di Udine), giovedì 10 novembre, con inizio alle 20, si potranno ascoltare i musicisti di livello internazionale del Jakob Bro Trio feat. Jorge Rossy & Larry Grenadier.

Il danese Jakob Bro è uno dei più originali chitarristi della scena jazzistica del nuovo millennio, erede di storici innovatori quali Pat Metheny e Bill Frisell, suo principale ispiratore. Messosi in luce nella Electric BeBop Band di Paul Motian, Bro ha consolidato la sua fama nel quintetto del trombettista Tomasz Stanko ed è oggi una delle espressioni più tipiche del suono ECM. Al suo fianco nel concerto udinese, il catalano Jorge Rossy, alla batteria, anche eccellente vibrafonista. Al contrabbasso ritorna a Udine il californiano Larry Grenadier, già ospite di Udin&Jazz con Pat Metheny e nel trio di Brad Mehldau.

 

La rassegna prosegue con una due giorni dedicata a Pier Paolo Pasolini, con protagonisti della scena nazionale e regionale impegnati in tre diversi tributi musicali e teatrali che ne ricordano la straordinaria figura, nel centenario dalla nascita.

 

Tra questi, spicca la produzione Euritmica dal titolo “Profezie”, unica opera prodotta e realizzata in regione con testi e musiche originali, rispettivamente di Fabio Turchini e Claudio Cojaniz, con la regia di Carlo Zoratti. Si tratta di una forma nuova di jazz/teatro dove narrazione scenica e musica jazz ricoprono egual rilievo in un’opera innovativa e di forte impatto.

Sul palco il 7 dicembre alle ore 20, in un serrato intreccio tra musica e parole, gli attori Fabiano Fantini, Marta Riservato e Pietro Macdonald, i cantanti Mariateresa Bonera e Alessio Velliscig ed i musicisti Claudio Cojaniz al pianoforte, Alessandro Turchet al contrabbasso, Antonino Puliafito al violoncello e Luca Grizzo alle percussioni.

 

L’8 dicembre, sempre al San Giorgio, la serata inizia alle 18 con l’affascinante nuovo progetto dell’artista friulano/berlinese Marco Brosolo dal titolo “Nubi”, un’immersione nella profondità poetica dell’universo pasoliniano che abbraccia scritti, interviste televisive degli anni ‘60 e ’70 e dialoghi dei film.

Sulla scena: Marco Brosolo, voce, chitarra e sintetizzatore; Jacopo Zanette, batteria acustica; Francesco De Luisa, pianoforte; Leo Virgili, basso, chitarra, trombone e theremin.

 

Alle 20, 4 giovani artiste di gran talento vocale, Alba Nacinovich, Juliana Azevedo, Caterina De Biaggio e Laura Giavon riportano sul palcoscenico, dopo molti anni, la celeberrima “Cantata per Pier Paolo Pasolini” di Giovanna Marini, in una performance vocale dal titolo “Soffia il Cielo”. In un’epoca in cui la difficoltà di dire e di raccontare pervade il cuore e raggiunge la voce, queste quattro giovani cantanti, accomunate da simili domande e tormenti, affrontano la cantata, mai così attuale.

 

Biglietti online e nei punti vendita del circuito Vivaticket e alla biglietteria del Teatro Palamostre – Udine / info +39 04321720214 – www.euritmica.it.

 

Intrecciandosi con Udin&Jazz Winter#3 prende il via anche un nuovo progetto di Euritmica dedicato agli studenti delle classi III, IV e V delle scuole secondarie di secondo grado regionali: Jazz Sessions, un progetto che si snoderà lungo tutto l’anno scolastico.

L’obiettivo è quello di accompagnare i ragazzi in un viaggio emozionale fatto di sessioni di ascolto, conversazioni critiche, partecipazione guidata ai concerti, incontri con i protagonisti. Un percorso che si interroga sulla creatività e l’aggregazione attraverso l’ascolto del Jazz e della musica contemporanea in dialogo creativo con le arti visive, la poesia, la scienza, la filosofia, i temi del welfare e della partecipazione culturale.

Share.

About Author

Direttore di Nordestnews.com ed Incontro

Leave A Reply

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: