SONO UN CAMPIONE A BALLARE DA SEDUTO

0

“SONO UN CAMPIONE A BALLARE DA SEDUTO” è il titolo del nuovo
singolo de IL RE TARANTOLA.
Il videoclip viene presentato in anteprima su Rockit dal 22.01. Da
venerdì 26 gennaio è disponibile su YouTube e in tutti i digital
store. Il singolo anticipa l’uscita di “Scopri come ha fatto Il Re
Tarantola a fare 50.000 euro in una settimana”, il nuovo disco, la
cui pubblicazione è prevista per il 16 febbraio 2018 e racconta Il Re Tarantola:
«Questa canzone parla di sfiga. Di quei momenti in cui nonostante le
difficoltà si riesce a cavarsela e a riderci su. Un omaggio ai Tre
allegri ragazzi morti quando cantano ”…sono bravo a fare surf
anche sulle onde basse” e un elogio ai progetti musicali che
riescono a trovare e a esprimere la loro personalità.» – IRT

GUARDA IL VIDEO:
Anteprima Rockit:
https://www.rockit.it/news/ilretarantola-sono-campione-ballare-seduto-nuovo-video-anteprima
YouTube dal 26/01/18
STREAMING: Spotify dal 26/01/18 iTunes / Apple Music dal 26/01/18

Il video omaggia quello di “Enjoy the silence” dei Depeche Mode,
nel quale il protagonista interpretato da Dave Gahan, vestito da re,
si aggira in luoghi isolati con una sedia sdraio blu e viene ritratto
spesso seduto.

Questo ruolo è qui interpretato da Il Re Tarantola e nel girato sono
presenti anche alcuni riferimenti alle inquadrature del video
originale:
1 – inquadratura iniziale tra i rami dell’albero
2 – inquadratura con IRT di spalle che guarda il lago
3 – inquadratura in bianco e nero che ritrae i quattro Depeche Mode
in tipica posa tamarra anni ottanta per poi scomparire uno ad uno.

Su questa suggestione iniziale la trama del videoclip si evolve in
maniera didascalica rispetto al testo della canzone con “Il Re
Tarantola del video di Enjoy the silence” che si infiltra in scene
di altri videoclip / foto / eventi di artisti di culto, quasi sempre
rimanendo seduto, con la sua sedia sdraio blu e il suo mantello da
re. E’ stato scritto, suonato ,prodotto, registrato da Manuel Bonzi presso
e con “La Stalla domestica studio mobile”.

Share.

About Author

Leave A Reply

*