38° Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia CSAIN UDACE

0

REZZANI SUPER A MONTENARS. KIRCHMAIR ESCLUSO DALLA CLASSIFICA

Successo del corridore lombardo davanti a Castelnovo e Svoboda, nuova maglia rosa del Giro

MONTENARS (UD)-Al Giro Ciclistico Internazionale del Friuli Venezia Giulia per amatori, le sorprese arrivano anche prima del via ufficiale alla corsa, Stefan Kirchmair, trionfatore a Colloredo di Monte Albano e maglia rosa del Giro, è stato messo fuori classifica dalla Giuria in attesa di verificare il suo status di corridore. La 3^ tappa, da Colloredo di Monte Albano a Montenars di92,4 km, ha visto il successo di Michele Rezzani (MG-Kvis) davanti a Paolo Castelnovo ( Team Pezzetti) e Jacub Svoboda (Team Barbariga) che è il nuovo leader della generale. La notizia del giorno è però quella relativa all’esclusione dalla classifica dell’austriaco Kirchmair. Dalle prime indiscrezioni, infatti, sembra che il corridore austriaco non abbia i requisiti per partecipare alla manifestazione come amatore, in quanto corridore professionista. Il nodo verrà sciolto solamente in serata quando saranno presi in esame gli annunciati reclami da parte di alcuni corridori. Virtualmente fuori dai giochi per la classifica generale, Kirchmair è stato comunque protagonista in corsa, giungendo terzo al traguardo. La 3^ tappa si vivacizza al gran premio della montagna di Clauzetto, posto a quota556 metri, dove Paolo Castelnovo (Milano Team Pezzetti) transita davanti a tutti con Rezzani (Mg-Kvis) e Borja (Barbariga) a ruota; il gruppo, allungatissimo, segue a 30”. Completata la salita alla media di 28 orari, ai battistrada si accodano altri otto corridori tra i quali Svoboda, Benedetti (Tournover Studio), De Polo (Vivibike) e Kirchmair. A Peonis il drappello in fuga ha un vantaggio di 1’16” dai più immediati inseguitori con il gruppo a oltre 2’13”. Si muovono gli uomini della 3M e del Team Bassotoce, spalleggiati dall’Eurovelo Cicli dell’iridato Ivan Ravaioli, ma il vantaggio dei battistrada non si assottiglia. L’attraversamento del Tagliamento ridisegna la situazione in corsa dopo 77 km: 12 corridori in testa con 1’48” sugli inseguitori e la temibile ascesa di Montenars ormai alle porte. gli uomini di testa cercano di recuperare le energie in vista degli ultimi4 km che presentano pendenze fino al 17%,  favorendo gli inseguitori tra i quali Lenarduzzi e Ravaioli, che ai piedi della salita accusano solamente  25” dai primi. Sulla ripida ascesa di Montenars avviene la selezione definitiva: a2 km dall’arrivo, Castelnovo si alza sui pedali mettendo alla frusta i compagni di fuga: all’attacco del numero 25 del Team Pezzetti rispondo in prima battuta Rezzani e Luca Cingi (Team Iaccobike) e Kirchmair con Randl, Svoboda e Simioni che preferiscono salire con il proprio passo.con Kirchmair fuori classifica, sela giocano Castelnovo, Svoboda e Rezzani ed è proprio quest’ultimo a mettere la bici davanti a tutti precedendo Castelnovo e il Ceco del Barbariga. Domani la quarta tappa, da Montenars a Treppo Carnico di 79,9 con due g.p.m. (a Colza e Ravascletto) prima dell’arrivo ai670 metri s.l.m. di Treppo Carnico, che rivoluzioneranno la classifica generale.

Share.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: