Stai sfogliando: Marilenghe

Marilenghe
0

La Patrie dal Friûl cambia vesteLa Patrie dal Friûl, storica rivista completamente in friulano fondata nel 1946, invita lettori, amici, simpatizzanti e friulani tutti a starle vicino in un momento di passaggio importante. Sabato 23 febbraio alle 17,00 presso il bar del cinema Visionario di Udine, in via Asquini 33, sarà presentata la nuova veste grafica del mensile. Un’esigenza dettata dai recenti tagli agli enti primari per la lingua friulana fatti dalla regione: orizzontali, pesanti e senza preavviso.

A questi, La Patrie dal Friûl ha risposto con le idee, creando un nuovo progetto grafico che permette un risparmio sulla stampa mantenendo una grafica di grande impatto e rendendola ancor più militante, battagliera e di avanguardia. Cambiano formato e foliazione, resta intatta la quantità dei contenuti, fatti con la solita passione e qualità. Non vi riveliamo di più.

A presentare la rivista saranno il direttore Andrea Valcic, il curatore del nuovo progetto Andrea Venier (realizzato in collaborazione con Piero Zanini) e l’ospite mons. Duilio Corgnali, direttore de la Vita Cattolica dal 1978 al 1999.

Al termine un piccolo rinfresco sancirà quello che si può considerare un vero e proprio licôf, il tradizionale festino che si fa in Friuli quando si arriva a costruire il tetto di una nuova casa, per una volta non fatta di mattoni ma di parole in marilenghe.

Marilenghe
0

Patrie PierduteLa storie dal Friûl e je stade segnade di un moviment fuart di resistence autonomistiche che in concret al voleve dî difese da l’identitât lenghistiche-culturâl dal popul furlan, ma ancje rivendicazion dal so dirit al autoguvier. Ise une pagjine che zaromai e parten al passât o podie sei proietade e tornade a vivi ancje intune declinazion tal avignî? Al è di chest che si fevelarà tal prossim apuntament di In File.

A stiçâ chest interessant dibatit, che al sarà presentât e coordenât di Andree Valciç, diretôr da la Patrie dal Friûl, a son stâts invidâts William Cisilino, studiôs da lis Minorancis europeis; Gianfranco Ellero, poliedric studiôs da la culture e dal autonomisin furlan; Omar Monestier, diretôr dal Messaggero Veneto.

Chest confront di ideis al è fat pal aniversari dai cincuante agns dal Statût di Autonomie da la Regjon FVG. Pal Friûl a son cuestons cruciâls ch’a son restadis cence soluzion, e al è impuartant capî parcè ch’a son sfantadis lis condizions di une cussiente fuarte di identitât, cu la conseguent assence di un grant moviment autonomist. Cjapant idee dal libri “Sorestants e sotans: interviste sul Friûl” scrit a cuatri mans di Cisilino cun Gianfranco D’Aronco, un dai personagjos plui significatîfs e resistents dal autonomisin furlan, impegnât bielzà dal 1947 cul Moviment Popolâr Furlan, la serade e proferirà l’ocasion par tornâ disore da lis tapis plui rilevantis di cheste storie impuartant, tacant da la fin dal Votcent par rivâ ai nestris dîs e ai pronostics pal avignî.

La jentrade e je vierte pai socis. La tessare di soci pal 2013 e je di 20 euros e si po notâsi cuant che si jentre.

Marilenghe
0

La storie dal Friûl e je stade segnade di un moviment fuart di resistence autonomistiche…

1 3 4 5 6 7 9