Ultime 2 domeniche per visitare le mostre dantesche a Villa de Claricini Dornpacher

0
Bottenicco di Moimacco, 26 ottobre 2021 – Rimangono ancora due domeniche, quella del 31 ottobre e del 7 novembre, per visitare le mostre “Dante in cartolina” e “Dante in miniatura” organizzate nell’ambito delle iniziative a tema dantesco “Tutte quelle vive luci” dalla Fondazione de Claricini Dornpacher e accolte nell’omonima storica dimora secentesca di Bottenicco di Moimacco (UD).
Un’occasione davvero unica per poter ammirare da vicino due perle del programma pensato per celebrare i 700 anni della morte del Sommo Poeta, prima che queste passino al Centro Culturale A. Zanussi di Pordenone per una nuova esposizione al pubblico in programma dal 13 novembre all’8 gennaio 2022.
Inaugurate il 25 marzo 2021, le due esposizioni hanno avuto ampio successo di pubblico per la particolare bellezza e singolarità dei temi trattati. “Dante in cartolina”, a cura di Emanuela Accornero, è una raccolta per la prima volta esposta al pubblico di 258 cartoline postali databili fra il 1899 e il 1940, appartenuta al conte Nicolò de Claricini Dornpacher (1864 – 1946), grande appassionato e studioso di Dante. Oltre a riprodurre piazze, monumenti o scorci di Firenze dove il Sommo Poeta è ritratto accanto a Beatrice, Virgilio o altri personaggi legati alla Divina Commedia, la raccolta stupisce per la singolarità di alcune serie. Come quelle databili fra il 1915 e il 1916, che alludono alle vicende che travagliano l’Italia e l’Europa durante la Grande Guerra – i soggetti raffigurati si riferiscono agli accordi politico-militari della Triplice Alleanza a danno degli alleati dell’intesa – oppure la cartolina che ritrae Dante in veste di testimonial della bicicletta.
Altro significativo percorso è quello rappresentato dalla mostra “Dante in miniatura”, che conta tredici inedite e originali miniature realizzate dal miniatore e amanuense Massimo Saccon, ispirate dalla Commedia, dal De vulgari eloquentia e dal De monarchia, nonché la riproduzione fedele del foglio iniziale miniato del codice Claricini, coadiuvato dalla calligrafa Maria Valentinuzzi: un vero e proprio viaggio nella storia della miniatura, dove ognuna delle pagine rappresenta uno stile, una collocazione geografica e un’epoca ben precisa.
“Dante in cartolina” e “Dante in miniatura” si possono visitare su prenotazione nelle ultime due domeniche di apertura della villa al pubblico (il 31 ottobre e 7 novembre) prima della chiusura invernale, partecipando alle visite guidate alla storica dimora.
Share.

About Author

Leave A Reply

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: