Le pagelle di Stera

0

LE PAGELLE DI STERA

ROMA vs UDINESE : 1 – 0
23/09/2021

SILVESTRI: 6
Sa farsi trovare pronto quando serve, e con i piedi spreca molto meno del suo predecessore.
E F F I C A C E

NUYTINCK: 5,5
Leggermente in affanno contro le punte giallorosse. Al suo posto Stryger Larsen.
F I A C C A T O

BECAO: 6
Ci mette il fisico per arginare le avanzate romaniste, con discreti risultati.
C O N C R E T O

SAMIR: 6
Bravo nel contenere e nell’impostare le ripartenze dal basso, come tanto piace al calcio moderno.
I N T E N T O

MOLINA: 5
In netto regresso prestazionale l’argentino, sua la responsabilità sul vantaggio giallorosso. Una partita nettamente sottotono. Esce per Soppy.
F R A S T O R N A T O

MAKENGO: 6
Molto lavoro di interdizione con discreti risultati, anche se però si nota una sostanziale scarsa tecnica in impostazione.
C O N C E N T R A T O

WALACE: 6
Non si può negare che si stia impegnando, e che stia anche imparando a rendersi utile nelle due fasi.
P R O G R E D I T O

PEREYRA: 6
Nelle fasi in cui serve inventare gioco i suoi lo cercano con assiduità, ma risulta troppo schermato dagli avversari per incidere.
C O N T E N U T O

UDOGIE: 6
Una partita di sostanza per il giovane laterale. Lo fermano solo i crampi. Esce per Samardzic.
C O R P O S O

DEULOFEU: 6,5
Non si arrende mai nella costante ricerca di incidere nel gioco. Palla al piede mette spesso in difficoltà i capitolini. La sua costante crescita fa ben sperare.
C O N S I S T E N T E

PUSSETTO: 6
Non lesina impegno e volontà, anche se non riesce ad essere pericoloso a dovere. Peccato per le due ghiotte occasioni non finalizzate. Lascia il posto a Beto.
C O M B A T T I V O

BETO: 5,5
Rileva Pussetto spizzando palloni e mettendoci il fisico.

SOPPY: 6,5
Entra al posto di Molina con un impatto devastante sulla fascia di competenza.

STRYGER LARSEN: s.v.
Subentra a Nuytinck.

SAMARDZIC: s.v.
Quarto cambio al posto di Udogie, sempre troppo poco tempo per il giovane talento.

ARSLAN: s.v.
Quinto cambio al posto di Makengo, pochissimi minuti per lui oggi.

IL MISTER: 5,5
Dopo la scoppola con il Napoli decide di non cambiare, se non per Udogie al posto di Stryger Larsen, e presentarsi a Roma con la squadra surclassata nel gioco dai partenopei. Squadra più corta nello schema iniziale del mister, con Pereyra arretrato a centrocampo. Il risultato è una squadra decisamente intimorita e priva di idee. Dando solo ai soliti 3 il compito di attaccare si risulta estremamente prevedibili. Mette forze fresche con Soppy e Beto al posto di Molina e Pussetto al 60^ nella speranza di alzare i ritmi e la squadra pare risvegliarsi. Dentro Samardzic e Stryger Larsen al 79^ e più tardi Arslan nel disperato tentativo di salvare la partita. Avrebbe potuto e dovuto impostarla diversamente.
A R R E N D E V O L E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

ATTEGGIAMENTO : 4
Si era già abbondantemente palesato contro il Napoli 3 giorni fa, ma oggi è stato più che confermato. Se entri in campo solo per non prenderle puoi solo sperare che l’avversario sia in giornata no…

LA SINTESI: Non basta giocare un solo tempo…
Seconda giornata consecutiva da ultimo match di giornata per i friulani, oggi di scena all’Olimpico di Roma contro la lanciatissima squadra giallorossa di Mourinho. Friulani in cerca di conferme improvvisamente perse contro i partenopei, e lupacchiotti alla immediata ricerca di punti dopo l’inatteso scivolone in casa scaligera. Da otto anni in questo match non esce il pareggio. Friulani che affrontano la partita di bianconero vestiti. Abbattuto Becao da una pallonata dove non batte il sole al 2^! Non un buon inizio con la Roma che spinge con decisione. Sul corner Mkhitarian fa la barba al palo di destra. In soli 8 minuti la Roma ha già battuto 4 corner e colpito due pali! Serve uscire dalla propria metà campo, altrimenti i bianconeri affonderanno di sicuro. Esce dal guscio la squadra friulana al 10^ che con il duo Deulofeu-Pussetto guadagna un corner, poi sprecato. Giallorossi costantemente in possesso palla e schierati nella metà campo friulana per questi primi 19^ minuti di gioco. La squadra di Gotti è troppo schiacciata, bassa, timorosa, mancano idee e grinta, che evidentemente non sono le suo DNA. Dopo molti minuti in apnea, esce la squadra friulana al 28^ con un lancio del capitano Nuytinck che pesca Pussetto lanciandolo in contropiede. Con un quasi perfetto controllo scarica un tiro di poco alto sulla traversa con un pallonetto a scavalcare Patricio, peccato fosse in fuorigioco. Palla goal sprecata di poco per i friulani al 35^ minuto sull’asse Molina-Pereyra sfruttando la momentanea superiorità numerica per un leggero infortunio tra i giallorossi, ma manca il tocco finale di Pussetto. Ripartono veloci i romanisti con Calafiori che si fa tutta la fascia e serve un signor pallone ad Araham che appoggia alle spalle di Silvestri. Inevitabile il vantaggio per gli uomini di Mourinho, era solo una questione di tempo. Al 40^ Deulofeu mette un cross al bacio per Pussetto che solo Mancini riesce a disinnescare salvando in corner.
Finisce il primo tempo, ai punti saldamente in mano ai padroni di casa. Troppo statica la squadra friulana ed eccessivamente dipendente dall’estro del suo trio avanzato, anche se paradossalmente ha avuto due buone occasioni, malamente sprecate. Rientrano in campo gli stessi 22 del primo tempo, si riparte! Meno aggressivi i giallorossi in questa frazione di gioco, lasciano ai bianconeri spazi che però non vengono sfruttati a dovere. Al 60^ Udogie servito da Makengo spreca mandando di poco a lato un occasione deliziosa per il pareggio friulano. Cambia Gotti, dentro Soppy e Beto. Si presenta bene il 2002 Soppy che al 67^ si smarca in area e calcia a lato. Sembra crescere l’Udinese. Mourinho cambia, dentro Smalling per Calafiori. Grande azione sulal destra al 72^, Soppy lancia Deulofeu che impegna Patricio, peccato nessuno fosse pronto in area a ribattere a rete! Dentro anche El Shaarawy per la Roma. Beto di testa manda a lato, sembra stanca la squadra capitolina. Soppy disinnesca El Shaarawy lanciato a rete, crampi per Udogie. Grande impatto sul match del giovane francese. Udogie e Nuytinck fuori, entrano Samardzic e Stryger Larsen. All’84^ dentro Shomurodov e Arslan. Espulso Pellegrini al 89^, Deulofeu impegna Rui Patricio su punizione. La salva in corner. Finisce con molti rimpianti, per un secondo tempo che avrebbe potuto premiare l’inerzia bianconera. Sicuramente una sconfitta diversa da quella subita con il Napoli. E ora sotto con la viola.

ROMA: R.PATRICIO 6, KARSDORP , MANCINI 7, IBANEZ 5.5, CALAFIORI 6.5 (SMALLING 6), VERETOUT 6, CRISTANTE 6, ZANIOLO 5.5 (EL SHAARAWY 5.5), PELLEGRINI 5.5, MKHITARYAN 6, ABRAHAM 7 (SHOMURODOV s.v.)

Share.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: