PORDENONE: E LA DIFESA?

0
Carte rimescolate per il club Friulano dove al Theghil di Lignano Sabbiadoro stasera affronta il Parma di Buffon con al comando il nuovo tecnico Rastelli.
Partita che inizia con giusta stabilità per i ramarri, primi 20 minuti con possesso palla e buone giocate sulle fasce e controllo palla al centrocampo, sfortunati un po’ nel non riuscire a chiudere e trovate il goal nel reparto offensivo.
Come già detto in precedenza secondo me ci sono grosse lacune nel reparto difensivo, dove nelle ripartenze avversarie manca il blocco che chiude e contiene i centroavanti, qui infatti che al minuto 19′ trova la rete del vantaggio il Parma, che con estrema facilità riesce a aggirare la difesa dei padroni di casa.
Match che continua in salita per i neroverdi del nuovo tecnico Rastelli che nonostante non cala di concentrazione, purtroppo subisce altri 3 goal tra la fine del primo tempo e nei secondi 45′ minuti, ponendo fine alla terza giornata di stagione con la terza sconfitta consecutiva.
Sono le solite parole e i soliti pensieri che vengono in mente, purtroppo attualmente il Pordenone non è in grado di difendere, riguardo Perisan non posso dire alcunché, io mi fermo ad analizzare la zona che dal centrocampo deve arretrare e difendere l’area.
Non è possibile che a ogni partita ci sia sempre instabilità in difesa o errori che diano il vantaggio agli avversari come non è possibile che ad ogni partita che non si riesca a vincere si debba cambiare il tecnico, qui dipende proprio da quest’ ultimo riuscire con i giocatori in rosa a trovare un giusto schema per poter giocare in difesa.
Il Pordenone nella campagna acquisti ha fatto il grosso sbaglio di non pensare a riorganizzare la difesa, andando così in contro a 10 reti subite nell’arco di sole tre giornate restando di conseguenza nel fanalino di coda della classifica.
Ci so può ancora svegliare si, e penso che tutto sommato la squadra non sia affatto da buttare, per quanto riguarda però il reparto difensivo sia assolutamente da dargli uno schema e un gioco tale da poter chiudere eventuali contropiedi o assalti avversari.
Dimentichiamo questi primi 3 match e ripartiamo dal prossimo match contro il Cittadella con lo giusto spirito.
Ottavio Di Meo
Share.

About Author

Direttore di Nordestnews.com ed Incontro

Leave A Reply

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: