LE PAGELLE DI STERA – BOLOGNA vs UDINESE : 2 – 2

0

LE PAGELLE DI STERA

BOLOGNA vs UDINESE 2 – 2
06/01/2021

MUSSO: 6
Fondamentali i suoi interventi per evitare il tracollo nel primo tempo, ma ciò nonostante ne prende due. Secondo tempo da spettatore.
A T T E N D I B I L E

BONIFAZI: 6,5
Recuperato pienamente fisicamente e psicologicamente, offre una prestazione di carattere e di sostanza.
T E N A C E

BECAO: 6
Spigoloso quanto basta, si fa sentire sulle gambe degli avversari quanto basta.
M O R D A C E

SAMIR: 5,5
Alterna buone idee a scarsa efficacia difensiva, di fatto mettendo in inferiorità numerica in fase di copertura i suoi. Esce per Ouwejan.
S V A G A T O

STRYGER LARSEN: 5,5
Partita a due facce. Quasi anonima la prima parte di gioco. Nella seconda, anche grazie alla superiorità numerica, riesce a rendersi più utile. Esce per MOLINA.
V I C E N D E V O L E

DE PAUL: 6,5
La sua costante presenza in campo inizia a farsi pesare. Messo forse troppo basso, non riesce a vivacizzare il gioco della squadra come sa fare, e la stanchezza inizia a farsi sentire. Servirebbe forse una giornata di riposo. Questa squadra non può permettersi un suo possibile infortunio.
E S S E N Z I A L E

WALACE: 5,5
Spesso in ritardo in copertura e lentissimo in impostazione lascia il posto ad Arslan nella ripresa.
F L E M M A T I C O

PEREYRA: 6,5
Giornata di sacrificio e sostanza per il Tucu. Segna il pareggio che gli costa una ferita in testa e non molla mai, correndo per 90 minuti.
C O S P I C U O

ZEEGELAAR: 5,5
Aveva illuso nelle partite precedenti, ma è tornato sui livelli a lui più abituali già visti la scorsa stagione. Fatica a coprire e non riesce ad imporsi in fase di spinta. Esce per Mandragora.
P A S S I V O

FORESTIERI: 5
Poco movimento e quasi invisibile in campo, di fatto non soddisfa nessuno. Tant’è che al 30′ il mister gli preferisce Nestorovski.
A N O N I M O

LASAGNA: 5
Corre…molto e spreca, tanto! Non segue quasi mai l’azione, facendosi di fatto trovare sempre in ritardo e così facendo risultando inefficace.
I N D O L E N T E

NESTOROVSKI: 5,5
Rileva Forestieri già al 30 minuto. Poco reattivo nelle occasioni capitategli.

MANDRAGORA: 6
Entra al posto di Zeegelaar risultando indubbiamente più produttivo.

ARSLAN: 6,5
Subentra a Walace e dimostra di avere più idee e migliori piedi del brasiliano. Si regala la seconda rete stagionale che vale il pareggio ai friulani.

OUWEJAN: 6
Da il cambio a SAMIR spingendo sulla fascia con più incisività.

MOLINA: 6
Ultimo cambio di oggi al posto di STRYGER che garantisce più freschezza e profondità sulla fascia destra.

IL MISTER: 6
Dopo aver perso Pussetto (per l’intera stagione ahimè) e con l’indisponibilità di Nuytinck, Deulofeu e Okaka, mette in campo quelli che ritiene i più validi interpreti del suo credo calcistico, o per lo meno quelli che ha a disposizione, penalizzando inizialmente Arslan e Nestorovski. Cambia già al 30imo minuto : fuori Forestieri per Nestorovski ed immediata reazione friulana che pareggia. Ma la squadra è molle, sfilacciata. Non riesce a creare gioco e non sa più difendere. Le ultime partite vinte dai friulani lui non era in panchina, a voler pensar male…Secondo tempo che parte con i veltri ridotti in 10 per un espulsione. Ci mette 10 minuti (troppi) il tecnico ad elaborare i cambi per provare a sfruttare la superiorità numerica. Dentro Arslan e Mandragora e friulani che si dispongono sul 4-3-3. Prova poi a giocarsela sulle fasce il mister, mettendo Ouwejan e Molina freschi a spingere. Alla fine arriva un punto, ma l’impressione è quella di una situazione di confusione e scarse idee fuori e dentro il campo.
A M L E T I C O

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

Maglia gialla: 4
Contro i Veltri in rossoblue, qual è il motivo di schierarsi con la maglia gialla al posto della divisa ufficiale?

LA SINTESI: Due Rodrigo capitani in campo!
Epifania in campo per la serie A. Friulani in casa felsinea dopo la scoppola rimediata sia in termini di gioco che di punteggio a Torino. Petroniani che vengono da una serie positiva di 4 pareggi e che naturalmente vorrebbero provare a far valere il fattore campo. Partita abbastanza statica, molto possesso palla ma poca profondità all’inizio. La differenza la fa, in negativo, la difesa friulana che al 19 minuto si fa trovare nettamente in ritardo su Tomiyasu il quale da solo in area schiaccia di testa alle spalle di Musso, goal abbastanza elementare…se non marchi son dolori, semplicemente! Accusano il colpo i friulani, privi di idee e di velocità, saltano gli equilibri e i felsinei si fanno costantemente pericolosi. Poco gioco in campo, e Gotti prova a cambiare le carte in tavola, inserendo Nestorovski. Premiata subito la scelta del tecnico con il pareggio di Pereyra, che sfrutta una conclusione sporca di De Paul mal respinta da Da Costa e che pur di spingere il pallone in rete di testa si infortuna leggermente. Dura poco l’equilibrio, con il Bologna che riparte subito a mille e che prima impegna Musso dalla distanza e poi lo supera con Svanberg, bravo a sparare in porta un tiro difficile da parare. Il dominio dei petroniani palla al piede è imbarazzante. Friulani che più di lanci lunghi per il solito KL15 non sanno fare altro. Imbarazzanti in difesa, inesistenti a centrocampo assenti in attacco. Primo tempo ai punti nettamente per il Bologna. Al via nel secondo tempo gli stessi 22 del primo. Rosso a Svanberg e bolognesi in 10 al 47esimo di gioco per un fallo su Nestorovski (doppia ammonizione). In superiorità numerica sembra che l’Udinese possa rientrare in partita. Cambia assetto il mister dei bianconeri che iniziano a creare molto ma non sanno finalizzare. Dentro Calabresi per Barrow e 5-3-1 per Mihailovic. Palo clamoroso di Mandragora e con questo sono 9 i legni in stagione! Girandola di cambi (5) per i due allenatori, con scopi ovviamente diversi : più spinta per Gotti, più copertura per Mihailovic. Superiorità bianconera sterile. Se poi Nestorovski e Lasagna ciccano i cross, diventa improbabile segnare. Per fortuna ci pensano i centrocampisti. A 3 dallo scadere la pareggia Arslan. Ma di fatto non è servito quasi a nulla giocare 45 minuti nella metà campo avversaria. Un punto per parte e tutti negli spogliatoi.

BOLOGNA : DA COSTA 5.5, TOMIYASU 6.5, DANILO 6.5, PAZ 6.5, DIJKS 6.5(HICKEY 6), SCHOUTEN 6(VIGNATO 6), SVANBERG 5, ORSOLINI 6.5(POLI 6), SORIANO 5.5, BARROW 5.5(CALABRESI 6), PALACIO 6.5(RABBI s.v.)

Share.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: