LE PAGELLE DI STERA : CAGLIARI vs UDINESE 1-1

0

LE PAGELLE DI STERA

CAGLIARI vs UDINESE 1 – 1
20/12/2020

MUSSO: 6
Non impeccabile nel sistemare la barriera in occasione del vantaggio sardo, sa farsi perdonare con interventi decisivi, dando sempre l’impressione di essere “sul pezzo”.
I N D I S P E N S A B I L E

BONIFAZI: 6,5
E’ sicuramente la nota lieta di queste ultime giornate il giovane italiano. Si carica la responsabilità di sostituire Nuytinck e lo fa dimostrando affidabilità e tecnica, non solo in fase difensiva. Esce per crampi, al suo posto De Maio.
T A N G I B I L E

BECAO: 6
Il brasiliano sorprende per la fisicità, che di fatto spesso usa per farsi valere anche con il rischio di esagerare. Prova ne è il fallo che porta alla punizione con cui il Cagliari la sblocca. Dovrebbe solo cercare di essere più attento in marcatura ma meno veemente.
I R R U E N T O

SAMIR: 6,5
Spesso criticato e additato come un punto debole della squadra bianconera, oggi ha dimostrato con i fatti di essere un giocatore che sa fare il ruolo in cui viene impiegato e anche di saper impostare il gioco, grazie anche al supporto di Zeegelaar.
E S T R O S O

STRYGER: 5,5
Troppe imprecisioni per lui che ci ha abituati a tutt’altro livello di qualità. Molto meglio nella ripresa, come tutta la squadra ma sotto tono in generale. Esce stremato per dare spazio a Ter Avest.
A P P A N N A T O

DE PAUL: 6,5
E’ lui, il capitano, quello che non molla mai. Quello che cerca sempre di dare la scossa ai suoi, quello che corre per 95 minuti, quello, forse l’unico, per cui la partita la si deve sempre provare a vincere.
O S T I N A T O

WALACE: 6
Sarò ripetitivo fino alla noia, ma a me personalmente non piace. Non perché sia particolarmente negativo, quello no. Semmai piuttosto perché non propone assolutissimamente nulla…
R U D I M E N T A L E

PEREYRA: 6
Partita caratterizzata da una prestazione a due velocità per il Tucu. Lampi di genio e stasi sonnacchiose prima del cambio con Mandragora.
B A R C A M E N A N T E

ZEEGELAAR: 6,5
Punto fermo dello scacchiere Gottiano, l’olandese forma con Samir una coppia affiatata ed efficace, sia in copertura che in fase di impostazione. Valido e motivato, è in costante miglioramento.
V O L I T I V O

PUSSETTO: 6,5
Ok correre ( e molto..), ma serve essere anche concreti. Non riesce a sfruttare al meglio le occasioni che gli vengono servite dai compagni (non poche). Gli si devono riconoscere grinta e volontà senza pari.
S C I U P O N E

DEULOFEU: 5,5
Senza voler essere eccessivamente critici, ma questo Deulofeu anche no grazie. Sbaglia l’impossibile ed è troppo lento. Ha tra i piedi molti palloni che non sfrutta a dovere, da lui è lecito aspettarsi di più. Esce per KL15.
I M P R E S E N T A B I L E

LASAGNA: 6,5
Rileva Deulofeu e mette subito la palla in rete! L’ormai ex capitano si prende la sua rivincita segnando il pareggio e rianimando l’attacco.

MANDRAGORA: 6
Entra al posto di Pereyra più per contenere gli avversari che altro.

NESTOROVSKI: s.v.
Subentra a Pussetto.

DE MAIO: s.v.
Da il cambio a Bonifazi.

TER AVEST: s.v.
Ultimo cambio di oggi al posto di Stryger Larsen.

IL MISTER: 6,5
Cambia ancora il mister dopo il pareggio a reti bianche contro il Crotone. Spazio a Walace preferito ad Arslan (…) e attacco che parla spagnolo con Deulofeu e Pussetto. Squadra grintosa in campo ma che non sembra confermare le buone cose viste negli ultimi incontri, anzi si rivedono i fantasmi di un recente passato. Negli spogliatoi deve aver provato a motivare i suoi, la seconda parte dell’incontro vede i friulani inizialmente più intraprendenti e viene ripagato con la rete del subentrato Lasagna. Con l’inserimento di Nestorovski e Mandragora, il mister completa il ricambio dell’asse d’attacco dei suoi in vistoso calo di lucidità e prestazioni. Con la squadra in netto calo di ossigeno inserisce De Maio e Ter Avest ma la sostanza non cambia. Servirebbe forse rivedere alcune gerarchie.
L U N G I M I R A N T E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

I 9 punti in 3 partite…: s.v.
Ne sentivo parlare prima della partita contro il Crotone. Quando le cose sembrano andare bene, iniziano voli pindarici tra tifosi e giornalisti che questa squadra oramai negli ultimi anni ha sempre puntualmente riportato a terra!

LA SINTESI: Pari e Patta!
Friulani in terra sarda per provare a continuare la striscia positiva iniziata a Sassuolo dopo aver perso contro la prima in classifica in casa. Squadra che fino ad oggi si è dimostrata compatta e ben coperta ma anche più prolifica rispetto agli ultimi anni. Avvio alla Sardegna Arena con occasioni che i friulani non sanno sfruttare anche a causa di una certa sterilità di Pussetto e Deulofeu e che Lykogiannis punisce, come spesso accade, con una punizione ben calciata che scavalca barriera e Musso. Messi sotto da un concreto Cagliari i friulani denotano nervosismo e imprecisioni, soprattutto in difesa. Spinge per inerzia la squadra bianconera, ma non impensierisce la difesa rossoblù. C’è troppa distanza tra i reparti e purtroppo si rivede giocare a “palla lunga e pedalare” alla maniera degli antichi. Deulofeu fin ad ora fa rimpiangere KL15, e ho detto tutto! Primo tempo nettamente a favore dei sardi, così proprio non va. Serve un’idea di gioco diversa, ma la panchina oggi è davvero corta. Secondo tempo che inizia senza sostituzioni. Friulani che si fanno vedere dalle parti di Cragno con Pussetto che conclude a lato. Molto meglio i bianconeri in questa seconda frazione. La scelta del mister di far entrare KL15 per un “opaco” Deulofeu premia immediatamente i friulani che trovano il pareggio con l’ex Carpi. Entra Ceppitelli per il Cagliari. Buona l’intesa Pussetto-Lasagna nei friulani, nettamente più mobile di Deulofeu. Cagliari che è pericoloso in ripartenza. Girandola di cambi, Gotti mette in campo Nestorovski e Mandragora per un nervoso Pereyra e uno stanco Pussetto, Simeone da il cambio a Sottil. Squadre che giocano più corte e meno propositive ora, gioco demandato alle iniziative dei singoli. Oliva e Pereiro per il Cagliari, mentre entrano subito dopo De Maio e Ter Avest per i bianconeri. Poco altro da dire, in terra sarda finisce 1 a 1.

CAGLIARI : CRAGNO 6.5,ZAPPA 6,GODIN 6.5,CARBONI 5,LYKOGIANNIS 6.5,MARIN 6,ROG 6.5 (OLIVA s.v.),NANDEZ 6,JOAO PEDRO 5 (PEREIRO s.v.),SOTTIL 5.5 (SIMEONE s.v.),PAVOLETTI 5 (CEPPITELLI 6)

Share.

About Author

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: