La musica dal vivo ricomincia nel Parco di Villa Manin

0

La musica dal vivo è ripartita in Friuli Venezia Giulia dal bellissimo Parco di Villa Manin a Codroipo (Udine), uno dei primi a ospitare un concerto con la capienza massima consentita dalle nuove linee guida che regolamentano gli spettacoli dal vivo: 1.000 persone sono accorse per il concerto di Raphael Gualazzi che ha dato il via a “Villa Manin Estate 2020”, la rassegna organizzata dall’ERPAC (Ente Regionale per il PAtrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia) che propone oltre 20 spettacoli dal vivo tra musica, teatro e appuntamenti per bambini (figure nel parco e caccia alla favola), pensati per coinvolgere un pubblico molto eterogeneo, voglioso di ripartire, di emozionarsi e di immaginare un nuovo futuro attraverso la cultura.

Sono molte le nuove regole di un concerto, dal controllo del temperatura all’ingresso al controllo dei biglietti (i concerti di Villa Manin sono tutti a ingresso gratuito, ma con la prenotazione nominativa obbligatoria online), passando per il classico controllo della sicurezza, per arrivare all’assegnazione del proprio posto a sedere, a distanza di sicurezza, dal momento dell’ingresso nella venue al momento dell’uscita, però il pubblico le ha assimilate tutte molto bene rispondendo in maniera estremamente disciplinata e ordinata, insomma ha vinto ancora una volta la grande voglia di musica live!

“Oggi io e il mio team siamo davvero felicissimi di essere qui in questa cornice meravigliosa per celebrare una nuova rinascita dal punto di vista della ripartenza del live” ha dichiarato l’eclettico cantante e compositore prima di dare via al suo coinvolgente concerto piano e voce che, spaziando dai suoi grandi successi alla rivisitazione di brani jazz e blues internazionali, ha confermato tutta la qualità musica di Raphael Gualazzi, il suo eclettismo, la forza interpretativa e l’eccezionale virtuosismo che lo hanno portato ad oltrepassare i confini italiani, arrivando a conquistare le vaste platee internazionali.

Oggi, domenica 28 giugno, alle ore 18:00 è previsto il secondo concerto nel Parco di “Villa Manin Estate 2020” con Raiz, il cantante storico degli Almamegretta che negli ha collaborato anche con Pino Daniele, i Planet Funk, gli Africa Unite e Daniele Silvestri: sarà un viaggio potente e raffinato al tempo stesso in cui l’universo sonoro della sua voce si intreccerà alle corde della chitarra di Giuseppe de Trizio dei Radicanto, per scivolare come rivoli di un racconto che sembra non avere mai fine tra cantighe sefardite, canzone napoletana, tango, ritmi nordafricani e mediorientali, lingue e linguaggi che si inseguono, una “democrazia del pentagramma”, il mediterraneo come una realtà panregionale, senza frontiere.

“Non è stato e non sarà facile – ammettono gli organizzatori – ci sono tante nuove norme di sicurezza che regolamentano gli spettacoli del vivo, però ci siamo adoperati sin da subito per applicarle tutte e grazie alla collaborazione del nostro staff e del nostro pubblico stiamo vivendo una “nuova” bellissima esperienza collettiva”.

Share.

About Author

Direttore di Nordestnews.com ed Incontro

Leave A Reply

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: