I NERVI, ED IL SECONDO TEMPO, PREMIANO L’ UDINESE

0

Una giornata particolare oggi al Friuli:  il ricordo di Davide Astori, applaudito da uno stadio intero,  il compleanno di Zico il grande campione indimenticato bianco e nero, e poi la partita quella gara da vincere assolutamente da parte di tutte e due le compagini, ma diciamocelo per come gioca il Bologna di Mihajlovic, e per quello che l’Udinese ha fatto in campo contro il Chievo forse molti di fede bianconera avrebbero firmato per un pareggio. La partita è nervosa da entrambe le parti, gli ospiti rinfrancati dalla cura Sinisa sono certamente più quadrati e pericolosi della pur discreta banda bianconera che oggi vede in campo Zeegelaar e Ter Avest con un De Paul troppo sacrificato che non riesce a suggerire come saprebbe e si vedono troppi lanci lunghi per Okaka che li prende tutti ma poi non ha nessuno a cui girare la palla. Resto dell’ idea che questa squadra abbia nei piedi più punti di quelli scritti sul tabellone della serie A che però è quello che conta. Presi uno ad uno i bianconeri sono decisamente più validi almeno per buona parte dei giocatori rossoblu, ma il piglio dovrebbe essere più simile a quello bolognese, guerra dev’essere e guerra sia, ma l’ impressione è che i meccanismi non funzionino a dovere, reparti lontani, dietro più a 5 che a 3 e poi paghi in fase d’ attacco, tanto che nel primo tempo Skorupski ha visto dalle sue parti solo il rigore, conquistato da un indomabile Pussetto e ben tirato dal connazionale RRRodrigo. Poi la ripresa…qualche accorgimento, forse qualche tirata d’orecchi e si è cambiato marcia, in un caso è stato bravo l’ estremo bolognese e si è decisamente spinto di più, verso metà ripresa quando il Bologna è calato, qualcosa nell’ aria c’era ed il cuore pulsante bianconero Nacho, ha firmato un gol meritatissimo per la sua prestazione che premierei con un voto stellare che spero vedrete nelle pagelle di Stera. Detto ciò, risultato  fondamentale,  ma oggi si doveva vincere ed è stato fatto. Nicola chiarisce che c’è stato un tempo per parte ma il 2° dei bianconeri è stato buono, tanto da meritare 3 punti sacrosanti. Delle prossime 2 gare parleremo poi, non ci aspettiamo molti punti ma che non si stendano tappeti rossi agli avversari, se uscisse qualcosa sarebbe una manna è giocando come nella seconda metà non si sa mai… per ora godiamocela poi si vedrà.

Share.

About Author

Direttore di Nordestnews.com ed Incontro

Leave A Reply

*