LE PAGELLE DI STERA : UDINESE – MILAN 1 – 1

0

UDINESE – MILAN 1 – 1

04/02/2018

BIZZARRI: 6,5

Solita sicurezza, solita consistenza, dirige la difesa e salva con interventi precisi e puntuali.

Solo un po fuori posizione sulla sassata si Suso che porta in vantaggio i rossoneri.

S O S T A N Z I O S O

STRYGER LARSEN: 6

Non è facile arginare il gioco dei fuoriclasse di bianco vestiti, ma riesce a gestire la situazione egregiamente, spesso impostando le ripartenze dei suoi.

V A L E N T E

NUYTINCK: 6

Non concede molto agli avversari, è pulito negli interventi e preciso negli anticipi, gioca sempre con la testa, e spesso è proprio con la testa che domina sugli opponenti.

C O N C R E TO

DANILO: 6

Un ammonizione presa oggi lo terrà a riposo per il prossimo impegno di Torino, ma è sata ben spesa ormai sul finire di gara perchè non aveva più benzina per seguire il contropiede milanista.

S O L I D O

ZAMPANO: 6,5

All’esordio in bianconero, l’ex pescarese si cala molto bene nella parte di trottolino di fascia destra, ben coperto da Stryger.

Nel secondo tempo, con l’uscita di Pezzella, si sposta sulla fascia sinistra e riesce a fare ancora meglio.

B E N V E N U T O

BARAK: 5,5

Forse ci ha abituati troppo bene, un rendimento stupefacente fino a poche settimane fa.

Da 3 partite a questa parte però è solo più concreto e meno inefficace di Fofana, il che lo fa stare tra i titolari ma non incanta più.

Dalla sua caparbietà nasce l’azione del pareggio bianconero.

C A L A N T E

BEHRAMI: 6,5

Si stà prendendo la squadra a suon di sostanza, classe e tecnica.

E’ lui che detta i tempi e che argina a centrocampo, un giocatore ritrovato e sostanzioso.

L U S S O

JANKTO: 6

Come per Barak, forse ci aveva abituati troppo bene, e ora che è in calo delude un pò.

Ma a differenza del compagno, essere tornato a sinistra nel secondo tempo lo fa rendere meglio e con più profiquità.

E F F I C A C E

PEZZELLA: 6

Primo: fare ripetizioni sui cross, non li sa fare!

Ma di certo non demerita oggi, difende bene e non commete errori macroscopici.

Cala sul finire della partita.

I N C R E S C I T A

LASAGNA: 7

Il migliore in campo, non c’e’ che dire.

Per lunghi tratti l’attacco bianconero è tutto sulle sue spalle, e lui con scatti e sgomitate tiene in apprensione la retroguardia rossonera.

Sfortunato nel primo tempo con due bei colpi di testa, nel secondo continua il lavoro di spinta e da un suo tiro nasce il pareggio friulano, grazie a sfortunate (mica tanto poi…) deviazioni di Bonucci e Donnarumma.

L O D E V O L E

DE PAUL: 6

Ok, non è un difensore, ma sul goal di Suso si è fatto fregare come un dilettante!

Corre, gira su tutto il fronte d’attacco, serve palloni interessanti ma non riesce mai a brillare di luce propria.

A V U L S O

WIDMER: 6

Rileva Pezzella e sulla sua corsia destra prova a spingere e dare profondità alla squadra.

MAXI LOPEZ: 6

Sostituisce De Paul per provare a spostare il baricentro del gioco bianconero più in avanti, e dopo soli 2 minuti viene espulso Calabria.

Episodio fortunato che però non si ripete su una sua interessante rovesciata verso la porta, salvata da Donnarumma.

BALIC: 6

Entra al posto di Behrami, e gioca palloni con giusta misura e attenzione, a continuare il gioco del compagno di squadra.

IL MISTER: 7

Molto bene il secondo tempo, il primo tempo invece ha rischiato senza risultati.

Per sua stessa ammissione, ha provato a mettere in difficoltà la squadra del suo amico Gattuso senza successo, con gli esterni poco nella manovra e esclusi dal gioco.

Rientrata dallo spogliatoio, la squadra ha subito dimostrato di essere più ordinata e concreta.

C O E R E N T E

CITAZIONE SPECIALE DI OGGI

FRIULANI ROSSONERI: 4

Non me ne vogliano, ma essere friulani e venire allo stadio solo per tifare Milan, Juve Inter e così via, non lo trovo un bello spettacolo, ancor più quando inveite per decisioni arbitrali contro i vostri beniamini.

T R I S T E Z Z A

Share.

About Author

Leave A Reply

*