Natale a Pordenone con 170 eventi in centro e nei quartieri

0

 

 

 

Inaugurazione venerdì 1 dicembre alle 18.15 in piazza XX Settembre con accensione dell’albero, cori dei bambini, concerto gospel e pista di ghiaccio (prima ora gratuita). Le luminarie saranno bianche e uguali in tutta la città. Ciriani: «Un Natale per continuare ciò che ci chiede la gente e cioè rigenerare la città, rendendola viva e attrattiva, e fare comunità.  Stop polemiche sui costi, chiediamoci piuttosto quanto costerebbe non organizzare un Natale così, che dà ossigeno alla città»

 

Pordenone, 28/11/2017 – Circa 170 eventi in centro e nei quartieri da venerdì primo dicembre (inaugurazione alle 18.15 in piazza XX Settembre) al 7 gennaio. E’ la fotografia del «Natale a Pordenone», ancora più ricco dell’anno scorso, costruito dal Comune di Pordenone con il sostegno di un pool di sponsor, tra cui il partner organizzativo Sviluppo e territorio, e assieme alle associazioni e ai rioni cittadini per offrire un cartellone condiviso e popolare, di tutti e per tutti, con un occhio particolare ai bambini. Coinvolte 15 piazze (tra il centro e i quartieri), 17 location centrali e 13 nei quartieri, 7 parrocchie e 4 centri sportivi. A presentare il Natale in città è stato il sindaco Alessandro Ciriani con Andrea Malacart (Sviluppo e territorio).

 

Leva per rigenerare la città – «Questo programma concretizza il nostro obiettivo di una Pordenone più viva – ha argomentato il sindaco Ciriani – che non sia solo un dormitorio, un insieme di case e uffici, ma un luogo vivace e piacevole dove si sta insieme e si fa comunità. E’ la gente che ce lo chiede, e del resto l’austerità degli anni passati ha creato effetti distortivi per Pordenone. Non sono solo “feste” – ha continuato – ma un programma con cui Pordenone si mette in mostra, come fanno le migliori città europee. E’ dovere dell’amministrazione pubblica mettere in campo strumenti e antidoti alla crisi del commercio tradizionale colpito dal commercio online e dai centri commerciali, senza per questo dimenticare che il Natale è un momento religioso». Per Ciriani «questa politica di attrazione verso la città sta funzionando. Lo si percepisce dall’utilizzo esponenziale dei parcheggi dal giovedì al sabato sia in struttura che su strada e dal saldo positivo del commercio con più richieste di aperture rispetto alle chiusure».

 

Costi, Natale depresso avrebbe ricadute negative – «L’orgoglio di una Pordenone che cerca di rinascere – ha affermato – dovrebbe prevalere sulle polemiche. Ogni cosa ha un costo e la vera domanda è: quanto costerebbe un Natale «depresso» in termini di ricadute negative sulla città e sulla sua qualità della vita? Non fare PnLegge perché costa 1 milione sarebbe un sacrilegio, lo stesso vale per il Cinema Muto e per gli altri grandi eventi. Ugualmente sarebbe un grave errore non offrire un Natale che dia ossigeno alla città. Siamo orgogliosi di aver arricchito l’offerta culturale cittadina – ha continuato – garantendo allo stesso tempo più investimenti sui capitoli essenziali come scuola, aiuti sociali, lavori pubblici. Il tutto senza mettere mano alle tasche dei cittadini e anzi riducendo la Tari, introducendo agevolazioni Imu e andando verso l’approvazione del bilancio entro la fine del 2017, segno di un’efficienza amministrativa che non si vedeva da anni». Sui costi per gli allestimenti di piazza XX Settembre, il sindaco ha stigmatizzato la «sparata» dei 90 mila euro. «In realtà le spese sono di 76 mila euro – ha precisato – di cui 26 mila in giochi e materiali che verranno reimpiegati nei nostri asili nido, 10 mila per l’acquisto delle luci che verranno riutilizzate nei prossimi anni, ammortizzandone il costo. E poi bisogna ci sono gli alberi e fioriere che verranno mantenute in piazza, quindi sono beni durevoli che vengono reinvestiti».

 

Programma condiviso – Ciriani ha anche sottolineato che «Il programma non è calato dall’alto ma costruito con associazioni, partner e quartieri dove gli eventi sono raddoppiati, dai 20 dell’anno scorso ai 40 di quest’anno. Il sindaco ha più volte ringraziato gli sponsor e ha fatto riferimento al «concerto San Marco totalmente gratuito e regalato ai cittadini, pagato dagli sponsor privati intercettati dal Comune (venerdì 22 dicembre al Verdi alle 20.45, ndr). Positivo anche l’apporto di 10 mila euro dell’associazione piazza Risorgimento grazie alla quale la piazza diventa un luogo fulcro del Natale».

 

Casette e pista di ghiaccio in piazza XX Settembre – Piazza XX Settembre trasforma la sua veste autunnale con un allestimento natalizio. Rimane il suggestivo tetto di stelle che illumina sorrisi e cuori e si aggiungono abeti, altre luci, addobbi a tema. Le casette rimarranno 14, ma verrà raddoppiato il numero di quelle dedicate alla somministrazione e degustazione con una proposta di cicchetti tipici, dolci, prodotti enogastronomici e artigianato. Abbiamo puntato forte sulla qualità dei prodotti –  ha spiegato Malacart – escludendo anche chi negli anni passati non ha mantenuto le promesse. Non saranno semplici casette «magna e bevi» ma un modo per promuovere l’eccellenza dei nostri prodotti, con la presenza anche di chef stellati. Ottima anche la proposta musicale curata dal Complotto adriatico, con la massima attenzione al rispetto del rumore e degli orari». Sul palco naturale davanti alla casa del mutilato verrà allestita una copertura per ospitare esibizioni (dal tango alle fanfare dei bersaglieri) e altre iniziative, dotato anche di mega schermo. Sempre in piazza XX Settembre un’area verrà dedicata ai bambini, con un allestimento di giochi, dove divertirsi a volontà. Allestita sotto il grande albero (40 metri) che da tanti anni presta le sue verdi chiome alle luci e agli addobbi torna la pista di pattinaggio sul ghiaccio, che sarà aperta dalle 14.30 alle 22 nei giorni feriali e dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 22 al sabato e nei giorni festivi; dal 24 dicembre al 14 gennaio sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 22, con aperture straordinarie il 24 dicembre (fino alle 24) e il 31 dicembre (fino all’una). A vivacizzare l’atmosfera contribuirà al fine settimana e nei giorni di festa anche il simpatico trenino.  E’ una piazza che si trasforma secondo le stagioni e le esigenze – ha spiegato l’architetto Maria Cristina Tullio che ha curato gli allestimenti – dai gelsi alle viti fino a dicembre con una piazza per bambini e famiglie e altre soprese che scoprirete all’inaugurazione».

 

Inaugurazione – Sarà l’accensione dell’albero in piazza XX Settembre accompagnata dai canti del Coro stabile della scuola primaria Rosmini, venerdì primo dicembre alle 18.15 a dare il via al Natale a Pordenone. Poco dopo verrà inaugurata la pista sul ghiaccio (prima ora gratis) e a concludere in bellezza (verso le 20) ci penserà il concerto gospel del Messengers Gospel Mass Choir. Le casette saranno aperte dalle 16.30 alle 22 nei giorni feriali, dalle 16.30 a mezzanotte al venerdì, dalle 10.30 alle 14 e dalle 16.30 a mezzanotte al sabato, e con orario continuato dalle 10.30 alle 22 la domenica. A ridosso delle Vigilia e del Natale l’orario verrà ampliato con apertura mattutina anche nei giorni feriali. Orario speciale anche per la vigilia (orario continuato 10.30 – 1.00), per il 25 dicembre (17.30 – 24) e per Santo Stefano (10.30 – 14 e 16.30 – 22). Orari ampliati anche prima, durante e dopo il capodanno e nel fine settimana dell’Epifania.

 

Solidarietà – Non è un vero Natale senza solidarietà. Ecco allora il Match for all per l’Admo in piazzetta Calderari (il 2 dicembre), il mercatino della solidarietà L’altro Natale in corso Vittorio Emanuele II l’8 dicembre e il concerto dell’Orchestra san Marco per l’Airc in Duomo Il 24 dicembre in piazza XX Settembre si pedalerà contro la Duchenne, Massimo Berlenga partirà in vespa dalla Loggia del Municipio (2 dic.) alla volta della Lapponia per consegnare le letterine dei piccoli pazienti del Cro di Aviano a Babbo Natale. L’associazione di volontariato La Ginestra festeggia i 30 anni con una serie di eventi: una mostra fotografica (con una parte fissa al Caffè Letterario e una parte itinerante nei negozi del centro) e Pablo Perissinotto (16 dicembre, Palatenda Villanova), una conferenza e un libro (17 dicembre). E ai bambini de La nostra Famiglia di Conegliano i doni arriveranno in moto con partenza da Pordenone con Toys for tots .

 

Mercatini – Torna a grande richiesta il mercatino dell’editoria a cura di Biblioteca dell’Immagine in piazzetta San Marco, con una postazione fissa per tutto il periodo natalizio.

Artigianato e creatività sono protagonisti al Market Cafè al Convento di San Francesco  (sabato 2 dicembre e domenica 3). In Piazza Risorgimento dove il 10 dicembre  ci sarà il tradizionale Mercatino Svuotasoffitte e Libro Usato, domenica 3 dicembre arriva un evento nuovo: Tecnopoli Experience, che valorizza l’artigianalità contemporanea tra idee, tecnologia e innovazione con area espositiva e area eventi.

Ci sarà mercato straordinario in centro il 10, il 17 e 24 dicembre. Sarà invece anticipato a domenica 17 dicembre il tradizionale mercatino dell’antiquariato di fine mese in Contrada Maggiore.

 

Bambini – Per i bambini e le bambine sarà proprio un Natale da favola, con gli spettacoli e i racconti a cura di Ortoteatro nei quartieri  e nelle parrocchie. In piazzetta Calderari arriva il Bosco degli Elfi, con allestimenti scenografici, giochi lavoratori e attività a tema, gioco dell’oca e casetta di Babbo Natale. In biblioteca civica verrà presentata la sezione speciale di corti per ragazzi del Piccolo Festival. Ma i bambini saranno anche protagonisti esibendosi in coro in diverse occasioni e Speakeasy dedicherà loro un laboratorio teatrale. Una giornata sarà dedicata anche alla creatività giovanile.

 

Piazza Risorgimento in primo piano – Piazza Risorgimento sarà in primo piano e ospiterà diverse iniziative. Animazione e teatro di strada con mangia fuoco, trampoli, bolle di sapone, esibizioni folkloristiche, proiezioni, musica e altri eventi e attività a sorpresa. Il 23 dicembre arriverà anche Babbo Natale per incontrare i bambini. Puntuale si presenterà anche la Befana, il 6 gennaio.

 

Quartieri – Tante le attività nei quartieri e nelle parrocchie, con teatro per bambini e concerti. Tutti i quartieri avranno il loro albero addobbato (talvolta anche più di uno) e Pordenone diventerà la città degli alberi: passeggiando per le vie dei rioni si potrà andare alla scoperta degli alberi più curiosi, da fotografare e condividere sui social. E Babbo Natale l’8 dicembre andrà a Villanova.

 

Presepi – L’8 dicembre è la giornata dedicati ai presepi, con il tradizionale allestimento di quello ligneo sotto la Loggia accompagnato da canti e riflessioni per ritrovare il vero senso del Natale e la mostra di presepi al Museo civico d’arte.

 

Santa Lucia – Il giorno di Santa Lucia è un giorno speciale da festeggiare in città, particolarmente atteso dai bambini. La santa delle luce non li deluderà e arriverà in piazza Risorgimento per distribuire dolci e caramelle. E per i piccoli pazienti della pediatria porterà in regalo la musica del Cem.

 

Biblioteca – La biblioteca propone letture per i piccoli e le famiglie (al sabato), Matilda mi racconti una storia per i piccolissimi, Leggiamo insieme per gli studenti delle superiori e gli incontri per gli adulti tra approfondimenti e presentazioni di libri.

 

Musica  – Le chiese ospiteranno concerti corali di musica sacra tradizionale e classica e concerti gospel, ma la musica invaderà tutta la città con concerti sotto la Loggia e itineranti; altri concerti si terranno nel Convento di san Francesco, in Galleria Bertoia e in Duomo. E anche il rock avrà il suo spazio con un’ospite illustre, Stef Burns, storico chitarrista di Vasco Rossi in piazza XX Settembre, dove si terrà anche la Pordenone Blues Festival Christmas Night. Un concerto speciale verrà dedicato a Rossella dall’Orchestra e coro San Marco, dei cui era segretaria.

 

ExConventoLive e Festa del Solstizio – Proseguono nel mese di dicembre le proposte innovative di ExConventoLive, tra teatro, musica e letture, con l’avvio il 6 dicembre de Gli Esercizi di memoria a cura di Luciano Roman. E’ invece una novità la Festa del Solstizio d’inverno al Caffè Letterario con eventi, musica, laboratori per bambini e performance.

 

Teatro – Anche il teatro fa la sua parte per un Natale più bello. Il Teatro Comunale Giuseppe Verdi presenta gli spettacoli in cartellone (prosa, musica, per famiglie) e il 22 dicembre ospita il Concerto di Natale dell’Orchestra e Coro san Marco. Ma non solo.    Ci sarà spazio per lo spettacolo di Rocco Barbaro e Pablo Perissinotto e la presentazione del cd di Franco Giordani dedicato alla Valcellina.

Per il suo show “Io ci sarò” giovedì 7 dicembre Giuseppe Giacobazzi ha invece scelto il Palasport. L’appuntamento col teatro amatoriale (a cura della Fita) è la domenica pomeriggio all’Auditorium Concordia.

 

Sport  – Non mancheranno iniziative sportive, come il torneo di scacchi, quello di pallavolo, Weisong day (arti marziali), gran premio regionale junior spada e fioretto, galà di pattinaggio artistico a rotelle.

 

Capodanno anni ’80 con gli Imagination – Il concerto di fine anno a cura del Centro Iniziative culturali si tiene come da tradizione nel pomeriggio del 31 dicembre al Teatro Verdi. Ad accompagnare l’attesa dell’anno nuovo in piazza XX Settembre, preceduti dal j set di Lino Lodi presentato da Igor Pezzi, saranno poi gli Imagination, storico  gruppo soul e dance inglese, autore delle celebre hit Just an illusion. Coronano l’avvio del nuovo anno i fuochi d’artificio.

 

Befana – Tre saranno i falò epifanici del 5 gennaio nei quartieri (San Gregorio, via Mantegna area rugby, Villanova), che si aggiungeranno al tradizionale Pan e vin in Comina.

Ad animare l’Epifania ci saranno la Befana del vigile (rievocazione storica in motocicletta) e la spettacolare discesa della Befana dal campanile (a cura dei Vigili del fuoco in congedo). E in piazza XX Settembre arriverà il magico mondo di My little pony. Ritroveremo Babbi Natale e Befane anche il 7 gennaio alla marcia loro intitolata.

 

Mostre – Alle due mostre in corso in Galleria Bertoia – Backstage con le foto inedite di Carlo Giovetti e I quattro continenti di Walter Bortolossi – si aggiungono altre esposizioni come Ponte rosso, pastelli di Loris Cordenos negli spazi espositivi della Biblioteca civica. Il Museo di storia naturale ospiterà i lavori dei carcerati. Sarà invece itinerante nei negozi del centro il concorso di pittura dedicato alla Natività con 40 artisti.

 

Sponsor – Il cartellone di eventi è realizzato dall’amministrazione comunale grazie alla collaborazione e al sostegno di diversi sponsor: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia-Turismo Fvg, Sviluppo & Territorio, Ascom Confcommercio, Coop Alleanza 3.0, Siram, Ivicolors, WL. A essi si aggiunge la collaborazione di Unione Industriali Pordenone, Atap, Marcolin, Tavella, Polese, AdriaRent, Birra di Naon, Gea, BccPordenonese, Magioca, Coop service, Erbavoglio, Löwen Wagen, L&S, Zanetti, Concentro, Hydrogea, Gea, Fondazione Friuli, Radio Punto Zero, Farmacia Badanai Scalzotto.

Una grande squadra per un grande Natale.

 

Programma – il programma definitivo sarà pubblicato nei prossimi giorni su

www.comune.pordenone/natale.it e distribuito in versione cartacea.

Informazioni a natale@comune.pordenone.it e sui social del Comune. Hastag ufficiale #nataleApordenone

Share.

About Author

Leave A Reply

*