Applausi all’ Udinese e punti alla Roma

0


L’ Olimpico è un catino rovente e come ha detto Scuffet ai compagni di nazionale ‘Giocare all’ Olimpico a 17 anni è un sogno’, non nella Roma ne nella Lazio sia chiaro, ed oggi il talento friulano non ha sfigurato tra i pali ma la partita l’ ha vinta il collega avversario De Sanctis che con almeno 3 miracoli ha salvato i compagni da tutt’ altro risultato di quel 3 a 2 che stà certamente stretto ai bianconeri. Tra i migliori dell’ Udinese c’è stato Heurtaux, nonostante la difesa abbia preso 3 gol, mentre per la Roma oltre a capitan Totti che muovendosi tra le linee ha creato molte difficoltà alla retroguardia friulana, Benatia ed appunto De Sanctis questo per dire che i bianconeri sono stati tutt’ altro che sterili, anzi, hanno creato ben 7 palle gol realizzandone solo 2. Mettiamoci la bravura degli avversari, mettiamoci pure la sfortuna, ma dato che la fortuna come ha detto il Paron a fine partita ‘bisogna andarsela a cercare e correggere gli errori’, bè forse qualcosina di più potevano fare i nostri ‘punteri’ che a volte hanno avuto troppa foga. L’ Udinese ha replicato ad ogni azione della Roma ma i giallorossi hanno segnato 3 gol ed i bianconeri pur con più occasioni solo 2 questo è il sunto di una buona ma amara partita. Secondo Basta, inarrestabile guerriero così come Pinzi ed Allan, l’ Udinese deve ‘migliorare nella gestione della partite e nella capitalizzazione delle occasioni.’ detto ciò, è detto tutto il problema sarà farlo.
L’ Udinese gioca alla pari con tutti, allora dovremmo essere tra i primi della classe, direte voi, invece no, perchè gioca alla pari con le cosidette grandi e lo stesso fa con le piccole sirchiando capitomboli che non competerebbero ad una squqadra come quella bianconera. Ora c’è il Sassuolo occhio che la piadina non resti sullo stomaco.

Share.

About Author

Direttore di Nordestnews.com ed Incontro

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: