Parlando di Udinese

0

Situazione disperata ma non seria recitava il titolo di un vecchio film e proprio come in una creazione dicelluloide la stagione dell’Udinese regala colpi di scena a ripetizione, così,tanto per non scadere mai nella banalità. Sembrava tutto rimesso nel giusto binario dopo le vittorie di Salonicco e di Bologna ma evidentemente la squadra è andata per troppo tempo a più del dovuto e adesso un mix di fattori stannoportando i nodi al pettine. Rosa non così ricca di scelte, empasse fisico dipiù di qualcuno , sfortuna e qualche scelta tattica non azzeccatissima “regalano”, si fa per dire, all’ Udinese, un tonfo a Novara che scuote dalle fondamenta tutto l’ambiente bianconero e purtroppo non farà vivere giorni molto traquilli alla squadra da qui al ritorno di coppa.Sul perché e sul per come siavenuta la debacle contro l’ultima in classifica se ne può parlare quanto sivuole ma nell’immediato urge serrare i ranghi e compattarsi ancora più stretti in vista delle delicatissime sfide contro l’AZ  giovedì e il Napoli di domenica al Friuli.Sarebbe quanto meno importante contro l’Alkmaar ritrovare una buona prestazione che dia fiducia e inverta la tendenza di una squadra che si dimostra in lentama costante involuzione da un po’.Certo è che Guidolin miracoli non ne può fare e almeno qualche uomo dall’infermeria va recuperato in modo da limitare esperimenti e giocatori adattati fuori ruolo. In quest’ottica fondamentali sono i recuperi di Basta e Abdì che, per giovedì sera, dovrebbero rispondere presente alla chiamata di Guidolin mentre sul modulo che il mister manderà in campo contro gli Olandesi c’è ancora assoluto riserbo e forse si deciderà solo all’ultimo .Non sarà facile ribaltare il 2-0 subito da questo AZ, squadra rivelatasi piuttosto buona, imbattuta da 10 partitein europa e che applica un buon gioco palla a terra. Gli olandesi hanno vintoil loro impegno di campionato e arrivano a Udine con nutrito gruppo di tifosial seguito, speriamo anche troppo sicuri di se viste le dichiarazioni poco lusinghiere del loro allenatore nei confronti dell’Udinese. Ricordiamo poi che le zebrette sono imbattute in casa da ben nove partite in Europa League e il talismano Friuli può aiutare i padroni di casa nel miracolo. Toccherà al serbo Milorad Mazic arbitrare Udinese-Az Alkmaar, fischio d’inizio previsto per le 19.05 con diretta televisiva in chiaro su Rete 4.

Share.

About Author

Leave A Reply

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: